Pratica Notarile

I requisiti per diventare Notaio si possono suddividere in due tipologie: sostanziali e formali. L’accertamento dei requisiti sostanziali è affidato al controllo del Ministero della Giustizia, il quale provvede periodicamente ad indire un concorso pubblico considerato tra i più difficili e meritocratici al mondo. Per quanto concerne i requisiti formali, propedeutici alla partecipazione al suddetto concorso, essi sono il possesso della Laurea in Giurisprudenza acquisita al termine di un percorso di studi di durata almeno quadriennale e lo svolgimento di un periodo di pratica presso uno studio notarile per 18 mesi, dei quali almeno 12 successivi al conseguimento dell’anzidetto titolo di studio. I funzionari dell’ordine giudiziario e gli avvocati in esercizio da almeno un anno possono svolgere una pratica abbreviata della durata di 6 mesi continuativi. Al fine di  accedere alla pratica abbreviata  o alla pratica ridotta  è

necessario presentare apposita istanza. Al fine dell’iscrizione nel registro dei praticanti è necessario essere cittadini italiani o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea. Per individuare lo studio notarile presso il quale svolgere la prescritta pratica è possibile rivolgersi direttamente allo studio prescelto per ottenere l’assenso del Notaio oppure richiedere al Consiglio Notarile di designarne uno. Anche in tal caso è necessario che il Notaio presti il suo consenso, nonché la sussistenza di due requisiti in capo allo stesso: più di cinque anni di anzianità di servizio ed il rispetto di un numero massimo di praticanti, in base alla normativa vigente (attualmente tre). Dopo l’iscrizione è necessario presentare un congruo numero di certificati bimestrali per mezzo dei quali il Notaio attesta l’effettivo svolgimento della pratica. Dall’iscrizione alla consegna dell’ultimo certificato non possono decorrere più di 30 mesi.

Modelli per le pratiche

Modello per lo svolgimento
della pratica ordinaria

Modello per lo svolgimento
della pratica abbreviata

Modello per lo svolgimento
della pratica ridotta