Il Consiglio Notarile

I Notai, presenti su tutto il territorio dello Stato in un numero predeterminato proporzionato alla popolazione, alla quantità degli affari ed all’estensione del territorio, accedono all’ esercizio della professione mediante un concorso estremamente selettivo. La sede nella quale possono insediare il proprio studio professionale è assegnata dal Ministero della Giustizia in un Comune facente capo ad uno dei 92 Distretti coincidenti con le circoscrizioni delle Corti d’Appello. In tali Distretti i Notai costituiscono il Collegio Notarile all’interno del quale viene nominato un Consiglio Notarile. Tra le funzioni che spiccano  all’interno  di  quelle  demandate  dalla  Legge al

Consiglio Notarile vi è quella di vigilanza, che si concretizza nella salvaguardia del decoro dell’esercizio della professione, della condotta dei Notai, della esatta osservanza dei loro doveri, che si riverbera, poi, su quella disciplinare, la quale consiste, appunto, nell’ apertura dei procedimenti davanti alla Commissione Regionale di Disciplina. Il Consiglio Notarile Distrettuale è composto da cinque, sette, nove o undici membri eletti dai Notai esercenti nel Distretto, i quali rimangono in carica per tre anni ed eleggono tra i propri membri il Presidente, il Segretario ed il Tesoriere del consiglio direttivo.

Componenti del Consiglio Notarile

ANTONELLO
MOBILIO

Presidente

ANGELO
TURCO

Segretario

GIANDOMENICO
CITO

Tesoriere

MARCO
MONTI

Consigliere

GIADA
MOBILIO

Consigliere

FABIO ADRIANO
BARBERIO

Consigliere

PAOLA TROISE MANGONI DI S. STEFANO

Consigliere